TV Digitale Terrestre


Su molti siti del Nord Italia si susseguono in questi giorni frenetici preparativi per lo spegnimento del segnale analogico e per l’accensione di quello digitale.

Su molte postazioni si trovano impegnati vari installatori, tra cui anche le nostre squadre esterne, che montano cablano e collaudano incessantemente i trasmettitori che serviranno a diffondere agli utenti finali i nuovi MUX.

 

Quello che si evince è che gli operatori sono stati molto scrupolosi nel cambio delle apparecchiature, come è logico fosse, pensando che fatto questo notevole investimento si fosse in condizione di trasmettere un segnale digitale di ottima qualità.

Di sicuro, quello che nessuno ha considerato è che un impegno di forze lavorative ed un esborso economico così elevato possono essere vanificati, in parte o del tutto, da sistemi di diffusione con antenne scadenti od ormai obsolete.

Infatti il nuovo standard DVB-T, sebbene più robusto nell’elaborazione dell’immagine in quanto si riescono a coprire eventuali errori o lacune di bit sino al 3 ÷ 5% dell’informazione globale trasmessa e, facendo una media dei flussi in gioco, si ricostruisce il tutto, diventa soggetto all’immissione di errori nella trasmissione anche per colpa stesse antenne montate sulle torri.

Le attuali antenne possono essere datate e superare talvolta anche i 20 anni di età.

Questi vecchi sistemi di antenne possono generare errori tra le fasi che scompensano la trasmissione o la ricezione eventuale, nel caso di ripetitori per piccole valli o comunità montane.

A questo aggiungiamo che le attuali reti isofrequenziali, in fase di messa a punto da parte di tutti i broadcaster, possono risentire di elementi radianti dal basso rapporto “front to back”, quali antenne yagi o pannelli, e quindi cadere nella generazione di segnali interferenti alle loro spalle che possono anche portare a problemi alla stessa rete, con conseguente sgancio di qualche stazione dal sincronismo SFN, ed il relativo effetto domino su gli altri siti appartenenti alla rete.

Per tali ragioni ci siamo orientati a perfezionare due tipi di antenne logaritmiche, con buon guadagno, ottimo rapporto avanti/dietro e buona linearità delle fasi in tutte le bande aperte, che consentono di creare sistemi molto più performanti e stabili, adeguati al dvb-t.

Newletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti costanti sulla ns. attività !
Leave this field empty
x

Sample Modal Window

This is just a sample…

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Praesent suscipit iaculis libero sed tristique. Quisque mollis dolor non tellus placerat vitae sodales lectus porta. Curabitur ut suscipit tellus. Maecenas rhoncus, ante vitae vehicula vestibulum, metus sapien dapibus tellus, et mattis dolor neque vitae nisl. Nullam eleifend ultrices ipsum eget pretium. Curabitur semper metus ut ante adipiscing nec volutpat sem rutrum. Nullam a nisi lacus, non interdum ante. Vivamus ante augue, commodo vel egestas sed, pharetra nec dui. Quisque sed tellus felis. Donec ipsum mauris, sagittis eu accumsan in, aliquam non ipsum.

Vestibulum tempor nunc nec felis scelerisque eget elementum erat dignissim. Ut vel ipsum mollis orci venenatis luctus. Aenean vehicula quam vel quam porttitor ac iaculis elit pulvinar. Proin consequat, ipsum eu venenatis semper, justo turpis posuere tortor, ac placerat metus nisl et lectus. Nulla cursus dui id nunc ullamcorper sed semper nisl lobortis. Aliquam erat volutpat. Phasellus arcu ante, imperdiet in ornare sed, laoreet eu massa.